LA VECCHIA SINGER 1940

dal 8 al 19 gennaio
CLAUDIA CAMPAGNOLA
MARCO MORANDI

LA VECCHIA SINGER
di Gianni Clementi
regia Felice Della Corte

 


1940: in un appartamento affacciato su Piazza Venezia, offerto in locazione dal segretario di un potente gerarca a un sarto, si ambienta un mistero psicologico e politico che suscita una suspense in continuo crescendo. Gli eventi storici incidono nella tranquilla vita piccolo-borghese di una coppia di giovani sposi mutando inevitabilmente il corso della loro esistenza. In scena piccoli e grandi tradimenti, compiuti per passione o per sua mancanza, per quieto vivere, per amore, per politica. Il sarto Cesare è un romano, bonaccione che tira a campare e si sente in colpa per la sua adesione al fascismo, a causa della quale ha rotto con un caro amico d'infanzia. Sara, sua moglie, cerca di adattarsi alla sua condizione, con sensibilità affinata tra insofferenze e necessità di sopportazione. A rompere il precario equilibro sono due giovani invadenti fascisti, uno più brusco e l'altro che invece è attratto da Sara. Ideologia e sentimenti si intrecciano con una serie di colpi di scena dall’inizio alla fine. "La vecchia Singer" di Clementi è una commedia dall'intreccio accattivante e imprevedibile.


 

 

 

 


 






Torna alla stagione

 

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che il nostro sito utilizza i cookies.